unik-design-studio-blogpost_06-1-745x530
Nicola Cozzolino
0 min.
324

Può capitare di cadere, ma è importante riuscire a rialzarsi.

Può capitare di cadere, ma è importante riuscire a rialzarsi. Questa massima vale in ogni ambito della nostra vita, soprattutto nel business.

In ventidue anni di attività non ci era mai successo che un cliente non avesse pagato una prestazione. Qualcuno sostiene che sia fortuna, ma io credevo e credo ancora fortemente che dipenda dalla qualità delle persone con le quali lavoriamo. I nostri clienti sono per lo poi imprenditori affidabili e volenterosi. 

Del resto credo sia difficile che qualcuno si rivolga ad un’agenzia di comunicazione con lo scopo di non pagare un prodotto che rivelerà la sua efficacia soltanto con il tempo e un intervento continuato e prolongato. Sarebbe come provare ad ingannare un medico durante una cura. Piuttosto controproducente non trovate?

Eppure questi esemplari esistono e sono tra noi. Infatti, anche a noi e capitata questa spiacevole avventura. Tempo fa uno di questi personaggi approfittò di una conoscenza in comune per ricevere in cambio un completo restyling del proprio marchio e delle proprie etichette. Poiché amiamo ciò che facciamo, concedemmo, come sempre, più del dovuto. Questa è una nostra caratteristica. Alla fine non si tratta di vendere bottoni, ma di fornire assistenza e supporto alle aziende, fornire gli strumenti giusti per crescere e per competere nel loro mercato affinché abbiano un vantaggio rispetto ai propri concorrenti derivante dalla loro immagine e dal posizionamento del loro brand. 

Nello specifico a questo “cliente” fu concesso un’ampio sostegno professionale e morale. Addirittura ci occupammo della consulenza nell’arredare gli interni del suo punto vendita. Ma purtroppo tutta questa disponibilità non fu onorata alla fine del nostro rapporto professionale. Il personaggio, secondo i suoi ben noti costumi come abbiamo poi scoperto in seguito, avanzò tutta una serie ripetute di scuse di varia natura per ritardare o rinviare ogni richiesta di saldo. Ovviamente tutte furono accolte, finché non decise di svelarsi e di dichiarare la sua netta volontà di non voler pagare pur continuando ad utilizzare il materiale per lui prodotto. 

Ovviamente di questi individui è pieno il mondo è per fortuna esistono vari strumenti per difendersi da questi soprusi. Quando ai miei colleghi esteri racconto questo episodio la loro domanda è sempre la stessa: intendi che voleva uno sconto? E io ribadisco che in realtà non aveva proprio intenzione di pagare e loro rimangono sempre esterrefatti. Per loro è un atteggiamento inconcepibile nel caso in cui non ci sia un contenzioso di qualche tipo. 

Ecco, questo fa male al nostro Paese perché ci getta nella meschinità, ci relega nell’ambito dei truffatori. Certo, questo genere di personaggi non ha vita lunga poiché prima o poi il loro modo di fare li condannerà alla solitudine e all’isolamento. 

Sono i cosiddetti “rischi del mestiere” e capitano a tutti noi, ma non ci demoralizzano perché amiamo ciò che facciamo e non sarà certo un piccolo truffaldino a farci cambiare idea a renderci meno disponibili e aperti nei confronti dei nostri clienti. Un imprenditore o un commerciante che investe nella propria immagine è per noi degni di stima e rispetto. Non solo per il suo coraggio, ma anche per la sua lungimiranza. Ecco perché questo episodio non cancellerà centinaia di ricordo e di esperienze di successo che hanno segnato il nostro cammino e che speriamo continuino a regalarci emozioni e soddisfazioni. 

UNA NEWSLETTER DI DESIGN NELLA TUA CASELLA DI POSTA? A TE LA SCELTA.
No, grazie. Al momento non mi interessa.