Legambiente

Una campagna ESAGERATA!

Quando Legambiente ci ha chiesto di realizzare una campagna per sensibilizzare le persone comuni sull’utilizzo delle materie plastiche, non abbiamo fatto altro che pensare in maniera “esagerata”. Insieme a Piero Fittipaldi, copywriter freelance con cui abbiamo collaborato alla stesura dell’intero progetto, abbiamo pensato di esasperare il concetto e di trasformare un gesto quotidiano in qualcosa di straordinario. Così abbiamo declinato l’intera idea nei poster, nel sito, nei post per i social e nel materiale utilizzato nei flash mob in giro per l’Italia.

Così, il David diventa un nano da giardino, un camion dei pompieri viene usato per innaffiare il giardino e un elefante viene adottato come cucciolo.
L’impatto che l’utilizzo della plastica ha sul nostro pianeta è uguale a quello di posizionare una statua gigantesca nel nostro cortile. Ogni anno bottiglie, cannucce, stoviglie di plastica, vengono abbandonate al loro destino dopo aver svolto un compito breve ed effimero, lasciando una scia di problemi enormi.

Da queste considerazioni nasce l’idea di ispirare un pensiero laterale che portasse l’utente a riflettere su ciò che normalmente ritiene innocuo e che invece non lo è.
Cambiare abitudini è difficile e complicato, ma speriamo in un effetto domino positivo.

Quindi, la prossima volta che bevi dell’acqua da una bottiglia di plastica, ricorda di non esagerare!